Saggezza zen

da Claudia Casanovas

dallo Zen:

“L’uomo è come la lumaca, ovunque vada, porta la propria casa con sé”

“Volendo tornare a casa e non conoscendo la strada, piango lacrime e bagno il fazzoletto”

Forse in queste due frasi, di due maestri Zen, può essere riassunta la nostra sofferenza.

Non sappiamo che “la casa”, quel luogo accogliente, dove ci sentiamo al sicuro, dove troviamo le cose amate e dove possiamo essere noi stessi più che mai, è dentro di noi… e non sapendolo, piangiamo lacrime che bagnano i nostri fazzoletti.

Che peccato, vero?

 

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu stia bene, ma puoi disattivarlo se lo desideri. Accetta Leggi di più